Logo Eleusis Sidera Tau 8
Atlantideologia

civiltà aliene origine extraterrestre ufo alieni Atlantide continenti scomparsi misteri archeologici

L'ARCANA STORIA DEI PHYKKHE'SH TAU

dell' atlantideologo Guido Maria St. Mariani di Costa Sancti Severi


La civiltà Phykkhe'sh Tàu, sorse e si sviluppò sul quarto pianeta in avvicinamento alla stella gialla Theriòn (la Belva Feroce), ossia la stella con la lettera greca TAU e col numero 52 della costellazione del CETUS (Balena) Le origini della civiltà Phykkhe'sh Tàu, secondo la tradizione risalgono all'inizio della mitica "Età del Tàu" (700.484 a.c.n. -avanti Christos nato).
Sin dagli inizi di questa civiltà, essi chiamarono il loro pianeta PHYKKHE'SH; è questi un pianeta avente un diametro assiale di 10.200 Km, e un diametro equatoriale di 11.640 km. Pianeta poco più piccolo di Sol 3 (la Terra)che ha un diametro di 12.756 km. La massa del pianeta Terra è convenzionalmente 1,00, in confronto quella di Phykkhe'sh è 0,88.
Similmente chiamarono la loro stella, col nome dell'essenza divina, il Tau, ed è solo un puro caso che gli astronomi terrestri, ignari di questo fatto, nell'applicare le lettere greche, da Alpha ad Omega, a questa stella sia toccata proprio la lettera "T" (Tau). Come è ancora un puro caso, che nel numerarle, le sia toccato il numero 52, che è il numero del "Demone".
Le casualità si ripetono persino nei cataloghi stellari: nel catalogo GLIESE porta il numero di GLIESE 71(7+1=8); nel catalogo HENRY DRAPER è la HD 10700 (1+7=8); nel catalogo BONNER DURCHMUSTERUNG è la BD-16° 295 (16°gradi sud, 2+9+5=16); nel catalogo SMITHSONIAN ASTROPHYSICAL OBSERVATORY è la SAO 147986 (1+4+7+9+8+6=35 (3+5=8)); nel catalogo LUYTEN TWO-TENTH è la LTT 935 (9+3+5=17(1+7=8)).
Ripetizioni sia del numero 8 che del 16. Ma altri cataloghi danno numeri che ridotti a minimi termini danno il numero "della NOTTE e GRANDE MADRE", cioè il "2". È infatti la HIP 8102(-11 (1+1=2)),la LHS 146(1+4+6=11(1+1=2)). Sappiamo inoltre l'importanza del numero 84 (numero massimo del "tutto" in Protoatlantideologia), e nel catalogo LPM è la LPN 84. Ma meraviglia anche la sua posizione di coordinate astrali che sono(01:44:04.08). Inoltre il suo spettro è G8.

La civiltà Phykkhe'sh Tàu dovette mutare profondamente, con l'inizio del l'avvento della seconda Età, quella dello Zaffiro risalente a 368.150 a.c.n., con la trasmutazione da una arcaica civiltà primordiale a una civiltà edificatrice. Ulteriore e più fondamentale passo, si ebbe con l'avvento della terza Età, quella dello Smeraldo, databile 115.200 anni prima del Christos, grazie alla scoperta e conquista del volo planetario, e la conseguente esplorazione dei tre satelliti del pianeta, a cui seguì poi l'esplorazione cronologicamente progressiva degli altri quindici pianeti del loro sistema planetario, cioè Taucetano, di cui cinque di questi vennero in seguito progressivamente colonizzati.
I nomi dei tre satelliti del pianeta sarebbero: ASTHREA, ARGEA, ELENHESE. Sfortunatamente, a causa, pare di incerte traduzioni e ritraduzioni, i diametri sia dei tre satelliti che dello stesso pianeta ci sono giunti discordanti fra loro; per ognuno dei quattro corpi esistono tre misurazioni diverse. Qui ho scelto le più verosimili:

  • ASTHREA, il più grande, avrebbe un diametro di 3122 km. Il satellite della Terra, la Luna,
    ha un diametro di 3476 km.

  • Il diametro del secondo satellite in grandezza, ARGEA sarebbe di 1250 km.

  • Infine il più piccolo Elenhese, avrebbe un diametro di 835 km.

Questi è anche il più vicino al pianeta Phykkhe'sh, con un'orbita regolare. Gli altri due, assai più distanti, evidenziano un interscambio magnetico delle loro orbite Asthéa/Argéa. Argéa per lungo tratto percorre un orbita binaria più vicina al pianeta di Asthréa, per poi provocare uno sbalzo e allontanandosi superare quella di Asthréa. Viceversa, Asthréa percorrendo l'orbita più esterna intorno al pianeta, dopo un lungo tratto passa sotto quella di Argéa. Ciò fece intuire che questa anomalia doveva avere una spiegazione. Grazie alle concezionali di banda U-Uxarunmath, al Traciale di Pulireverth e agli studi di sequenza di Trusk, fu scoperta la prima "pista magnetica del cosmo" che disturbava il microsistema del pianeta Phykkhe'sh. Questa "Pista" stessa, avrebbe, però permesso la rapida evoluzione dei voli interplanetari, fuori del sistema, a cui seguirono poi gli interstellari galattici.
I Phykkhe'sh Tàu, dopo i tre loro satelliti, colonizzarono e si stabilirono anche su cinque pianeti del loro stesso sistema stellare. Risulterebbero: il 5°,6°,8°,9°,10°. Su un totale di 16 pianeti rotanti intorno alla stella Tau 52 Ceti.   Gli altri dieci furono esplorati, ma non colonizzati, perché considerati inadatti.

Raffronti: il pianeta Terra (Sol 3),dista dalla sua stella (il Sole) una distanza convenzionale che chiamiamo 1° unità astronomica. Ora secondo gli astronomi terrestri, se la Terra dovesse ruotare intorno alla stella Theriòn, per mantenere le stesse condizioni climatiche dovrebbe trovarsi a una distanza di 0,68 U.A. (unità astronomiche), quindi molto più vicina. Il pianeta Phykkh (forma più esatta di Phykkhe'sh), pare essere a 0,64 U.A., quindi certamente lievemente più caldo della Terra.

 

LA COSTRUZIONE DELL'IMPERO INTERSTELLARE

Ulteriore svolta seguì alla scoperta scientifica del volo extraplanetario, poi stellar-galattico, nel 115.120 a.c.n., che determinò, solo 80 anni dopo la scoperta di quello planetario, l'ulteriore sviluppo della 2° età dello SMERALDO. Quando finalmente la civiltà primaria PHYKKHE' SH TAU affrontò lo spazio interplanetario, con le prime esplorazioni e colonizzazioni di pianeti extraplanetari, diede corpo a trasposizioni della sua civiltà, creando altre civiltà da lei derivate.
In senso stretto, non sarebbe infatti corretto, considerare civiltà Phykkhe'sh Tàu, quelle esterne ai sei pianeti Taucetani. Per questo motivo le varie civiltà coloniche direttamente connesse e discendenti in linea genetica dai Phykkhe'sh Tàu, assunsero terminali dei nomi diversi da "Tàu", che, ricordiamo, è il nome della stella. Infatti ad esempio s'intende per Phykkhe'sh Tàu gli abitanti dei sei pianeti, più i loro satelliti, rotanti intorno alla stella Tàu; i loro coloni su pianeti rotanti intorno ad altre stelle assunsero terminali diverse, quali ad esempio: FUL, HYI, UAN, THHAUMN'TH, HAKHITTHA, MNAPHUNTHA'TH, NAETH', NEHFRE'N, NETH', NEVIR'S, PLNE, QANYA, TAVIR'S, QAYA'H, THNAXEFHA, QHER'S, SAHKERTHA'TH, THURTH, SERPHNA, SKE, TAHSARSHA'TH, VINIA.
Tuttavia in seguito la stessa dicitura venne applicata anche a specie fusosi, con l'Impero stellare che i Phykkhe'sh  Tàu andavano costruendo, e che niente, dal punto di vista genetico, avevano con l'origine dei Phykkhe'sh. Fu quindi necessario ampliare le diciture. Tutti coloro che avevano come origini il sistema Tauceteno, assunsero il nome generico di UANHE, parola che sta ad indicare una differenziazione, anche nella tonalità della pelle oltreché di origine. Infatti il vocabolo "Uànhe" indica il colore indaco, commutato, per noi, in "azzurrei". Ecco che si ha, ad esempio, i PHYKKHE'SH UANHE TAU, PHYKKHE'SH UANHE HYI, PHYKKHE'SH UANHE THNAXEFHA, PHYKKHE' SH UANHE VINIA, PHYKKHE' SH UANHE NEHFRE'N, e via dicendo.

 

LE FUSIONI NELL'ALLARGAMENTO IMPERIALE

Nel caso di altre specie estranee agli Uànhe, come quelle principalmente del ceppo degli EA, capostipiti, come i Tàu, di una similare espansione colonica nella nostra galassia, dopo la decisione di fondersi in un unico Impero con pari diritti e doveri, fu assunto per essi il vocabolo "EAHI" che indica un concetto di NIVEO, inteso anche  come identificazione di pelle, commutato, da noi in "ALBINEI". Ecco quindi che gli EA e i loro coloni, assunsero diciture quali: PHYKKHE'SH EAHI EA, PHYKKHE'SH EAHI FA', PHYKKHE'SH EAHI PLINIA, PHYKKHE'SH EAHI ALVEZ'A, PHYKKHE'SH EAHI FAN, PHYKKHE'SH EAHI FHER'S, PHYKKHE'SH EAHI JLL, PHYKKHE'SH EAHI JRIL, PHYKKHE'SH EAHI MEYE, PHYKKHE'SH EAHI NEHF, PHYKKHE'SH EAHI NEVIRQA, PHYKKHE'SH EAHI SAHASYA, PHYKKHE'SH EAHI TAVIRQA, e via di seguito.

Dopo e contemporaneamente alla fusione dei due gruppi di specie Uànhe ed Eàhi, nell'Impero stellare dei Phykkhe'sh si aggiunsero altre specie, che vennero enumerate in altri due gruppi.
Un terzo gruppo incluse diverse specie, anche molto diverse fra loro, sia come aspetto fisico che come genetica, ma aventi allo stesso modo e tempo in comune diversi requisiti di natura sociale (uno di questi era, ed è, il rifiuto di forme di tecnologia) e l'assenza di aggressività. Questo terzo gruppo fu identificato con la sigla J.T.E.R.

Qualche esempio di specie della classe: Folos Lepidotteri quali i Phykkhe'sh J.T.E.R. JL'S, le Ph.J.T.E.R. EULIA, le Ph. J.T.E.R. ALHETHYMYEE, PH. J.T.E.R. ALHEYN, PH. J.T.E.R. MNAYA, Ph. J.T.E.R. TAJLET.
La specie Celenterate Globose, come le GHVFHYN, la classe dei Mustelidi come i Ph.J.T.E.R.  Aχian, la classe dei Lampiridi, quali i Ph.J.T.E.R. ALIYA e i Ph.J.T.E.R. AXELIX e la classe dei Giganthropus, come i. Ph.J.T.E.R. RHYL; la classe dei Ninfoidi, quali i Ph. J.T.E.R. ALHERHET, KALSH'N, MANTHY'N, RYSHA; la classe dei Ninfoidi-Lampiridi, come le Ph. J.T.E.R. FUNHEVET e ZALYNHESE'N.

Ma esistendo, nel caso di diverse specie, delle sottospecie, la dicitura venne ulteriormente allungata; esempio: Ph.J.T.E.R. GVFHYN FELIR, GUHYGR o Y***NTHAM o THAYGHN;  Ph.J.T.E.R. ALHETHYMNEE ALTYN, o LEYA, o YHA. E Ph.J.T.E.R. JL'S SILF, o ELF, o TILF, o TYLL. Ed EULIA (mutante in EULIE) Ph.EULIE FAYT o HYA,o JA o KHLEYN. La sigla J.T.E.R. (abbreviabile anche con J) è traducibile in "ETEREI", inteso come corpo solitamente leggero, oppure luminescente, sottile, peso leggero, però fanno eccezione le specie RHYL e GHVFHYN).

Infine,un quarto e ultimo gruppo, che include tutte le specie inumane, facenti parte dell'Impero dei Phykkhe'sh. In questo gruppo non si tiene conto ne dell'aspetto fisico ne della genetica delle specie incluse.
Trattasi infatti di specie assai diverse fra loro, aventi in comune, come già detto, il solo fatto di non essere, nell'aspetto fisico, simili agli Uànhe e agli Eàhi, perciò inumani (per la precisione, si ha per UMANI gli Uànhe, per PROTOUMANI o HYPERUMANI gli Eàhi, per PSEUDOUNANI gli J.t.e.r. ; il resto INUMANI). Questo gruppo assunse per un certo periodo cronologico la dicitura di: PHYKKHE'SH NY.KH.PR.A.MI.KR.VE.FA. (impropriamente indicante nel concetto "Inumani"). Poi con l'incremento aggiuntivo di nuove specie considerate "inumane", anziché maggiorare la dicitura,questa venne ridotta alla sola lettera "N". Ma quali tipi di specie furono incluse in questo gruppo? Si elencano specie: BOVIDI, CANIDI, CAPRIDI, CERVIDI, FELINI, CETACEI, MUSTELIDI, RETTILOIDI (a sangue caldo), KHIROTTERI, PIUMATI, a cui vanno aggiunte specie sconosciute alla natura terrestre, quali: CORNATI GIGANTI SEMIUMANOIDI, GORGONIDI, GRANDI DRACI, MONOCOLI, PLASMATICI VOLTAICI, e anche una classe di specie SEMIHUMAN. Inoltre una classe di IBRIDI e una specie artificiale. Tuttavia tutte queste specie "inumane" erano e sono a sangue caldo.

      Alcune di queste specie:

  • KHIROTTERI ALATI: PH.N.LUHITH, PH.N.NAUT, PH.N.STHYTHXE,  PH.N.TAQADLNJE, PH.N.UVHREL.

  •  ALATI PIUMATI: PH.N.EAFH'NER, PH.N.LYKTEU, PH.N.VELTHNA, PH.N.VEL'S, da cui discendono le sottospecie PH.N.VEL'S TER'SANE'HUMT, e PH.N.VEL'S EUTE.

  • I CANIDI: PH.N.DRALHE, PH.N.LUDA, PH.N.A'NUT, da cui discendono le sottospecie: PH.N.A'NUT HMNENHJL, e PH.N.A'NUT SUTH.

  • CAPRIDI: PH.N.EFHTAFRA,PH.N.MYNTH'A, PH.N.PRUNHE,PH.N. VHERVHE.

  • CERVIDI: PH.N.AMANHAT, PH.N.FRAYN,PH.N. NETHNE,

  • CETACEI: PH.N.FA'YI, PH.N.FLANY'S, PH.N.VIMNATH.

  • CORNATI GIGANTI SEMIUMANI: PH.N.KRUN'S con le loro sottospecie: PH.N.KRUN'S KER, PH.N.KRUN'S KLAV, PH.N.KRUN'S VELTRA, PH.N.KRUN'S VRUM.

  • FELINI: PH.N.FUNYA, PH.N.XHAQURSHA, PH.N.VUNFAN, PH.N.SYNHET, PH.N.KHATH, con le loro sottospecie: PH.N.KHATH LI'LE, PH.N.KHATH HATH'A'XHI'SAN, PH.N.KHATH XHAN, PH.N.KHATH NA'E.

  • GORGONIDI: PH.N.TAFERN'A, PH.N.NYFERN'A, PH.N.UFERN'A

  • GRANDI DRACI: PH.N.LAHTNA, PH.N. NEMERE, PH.N.NUN'HUTH, PH.N.UDHNE.

  • MONOCOLI: PH.N.NY'HU.

  • MUSTELIDI: PH.N.HURIMA, PH.N.MAFERNA, PH.N.SARKAT.

  • RETTILOIDI: PH.N.KUKHVRHA,PH.N.UTHIA,PH.N.AXUNAX.

  • PLASMATICI VOLTAICI: PH.N.NHAL, PH.N.FUNHEVHE.

  • SEMIHUMAN: PH.N.SAMNEHANT, PH.N.PHYQEMHET, PH.N.NUTH'HUTH.

  • BOVIDI: PH.N.RUSAKHUV,e PH.N.MINI'I.

  • IBRIDI: PH.N.YHTANHESKESE.

Inclusi negli ibridi vi sono pure i PH.N.MINI'I TALA, creati in laboratorio dai Mini'i, con corpi per metà robotici (metal) e metà in materia organica bovide. Sempre i Mini'i, diedero creazione anche ai PH.N.TALA'H (Metal Giganti Semiumanoidi-semibovidi), che col tempo si resero indipendenti dai Mini'i, come i Mini'i Tala; considerate due sottospecie dei Mini'i, sia pure artificiali.

 

LO SPLENDORE DELL'IMPERO GALATTICO PHYKKHE'SH

Così l'Impero, prosperò, anche durante l 'Età del RUBINO, risalente al 92.120 prima del Christos. Fu proprio all'inizio di questa Età, che nel 92.040 a.c.n. che coloni imperiali scesero sul pianeta Terra ed altri tre pianeti del nostro sistema stellare del Sole: CERERE, il più grande poi esploso, di cui rimane l'attuale fascia di asteroidi;  Marte, con i due piccoli Fobos e Deimos, e Venere; più il satellite Luna. Questi esploratori erano in maggioranza dei PH. Uànhe HYI, e PH. Eàhi FA' che rientrati alle loro rispettive sedi relazionarono un esito favorevole per la colonizzazione di 4 pianeti del nostro sistema solare. Il "lotto" venne destinato a coloni in maggioranza PH. Uànhe Uàn, e con questi vi erano anche dei PH. Eàhi, quali: EA, JRIL, MEYE, con minoranze FERL'A, ALVEZ'A, VARL'A, PLINIA, APHALIA, EALIA, SURIA e perfino inumani, come i felini KHATH, i Canidi A'NUT, e i bovidi MINI'I. Inoltre costoro avevano tutti accolti nel ventre delle loro astronavi inumani CAPRIDI quali i PRUNHE, MYNTH'A e VHERVHE; CERVIDI, quali i FRAYN, nonché CETACEI FA'YI, FLANY'S forse anche VIMNATH, e Tala'h. C'è chi ipotizza anche un minutissimo numero di Gorgonidi, ma non si è trovata menzione di queste nelle ritraduzioni arcaiche. Per il vero facenti parte della stessa spedizione, vi erano anche i VEL'S, ma questi non scesero sulla Terra, ma scelsero solo VENERE. Mentre per esempio gli Uàn, si distribuirono su tre pianeti: TERRA, MARTE, CERERE. Incerta è l'ipotesi se vennero trasportati anche dei Krun's, che sarebbero stati scaricati sul 5° pianeta (CERERE-ASTEROIDI), o addirittura su MARTE. Ciò che invece è detto chiaramente è che furono trasportati specie J.T.E.R. distribuite sui 4 pianeti. Sulla Terra si elencano: PH.J.JL'S, PH J. GHVFHYN, PH.J. ALHETHYMNEE, PH.J. EULIE.
I coloni PH.U.UAN, stabilitesi,come detto su tre (se non addirittura quattro pianeti solari), presero come usanza di indipendenza imperiale, una nuova dicitura, quella di PH.UANHE EN'N quali coloni degli Uàn, a loro volta coloni degli HYI, che sono coloni dei TAU. Dall' esplorazione degli HYI-FA', alla nascita dei PH.U.EN'N erano passati 80 anni, e la stella Sole ebbe il nome di X. SPHER'S.T.U.

 

L'IMPERO GALATTICO DEI PHYKKHE'SH SULLA TERRA

Con l'avvento dell'Età del TOPAZIO,69.120 a.c.n. l'Impero è in piena espansione, i pianeti colonizzati si contano a centinaia, a questi vanno aggiunti nel calcolo, i pianeti associati, come quelli delle specie J.T.E.R. e quelli delle specie "Inumane". È in questa età che i PH.E.MEYE creano le MELIE ALBINE, di unico sesso, quello femminile, che diverranno, ere dopo, loro eredi sul pianeta Terra. Ed è sempre in questa età del Topazio, che infrangendo la consuetudine (ignoriamo le cause e motivazioni) vengono distrutte due colonie dei futuri nemici "JS'SIS", attestate su due piccole isolette site nel nord-Europa  (“La Perduta Isola” e “L'Ultima isola nota”). Non è chiaro se in questa età o nelle seguenti (forse in quella dell'Oro?), i PH.N.KHATH, attaccano i non ancora nemici THRITUN, distruggendoli, e desolando la Grande ISOLA di THRITUN, che rimarrà disabitata, fin molte miglia d'anni dopo la guerra cosmica.
Si giunge all'Età dell'ORICALCO: 34.560 a.c.n. Viene varato il PROGETTO A.M.P.E. che porterà all'esistenza genetica degli HYGENEIS. L'elemento umano appare come creatura dell'Impero. Egli è ad immagine e somiglianza dei suoi creatori. Egli, entrato bestia semieretta, ne esce creatura eretta somigliante agli HYI, UAN ed EN'N, dai progetti e laboratori di costoro. Giungiamo all'ultima Età Imperiale, quella dell'ORO: 23.040 a.c.n. L'Impero Galattico dei Phykkhe'sh, ha raggiunto la sua massima espansione, si estende su ben 16 parallele.

Nel 19.176 a.c.n. però si chiude la INFINITA PAX IMPERIALE, è venuto ormai il tempo dei TNAX NY SFHATH (I SIGNORI DELLA SPADA), che devono affrontare i TNAX NY UVS'S (I SIGNORI DELLA FIAMMA). Ha inizio così, nel 19.175 a.c.n. la 1° GRANDE GUERRA GALATTICA, contro specie estranee all'Impero. Sono gli INUMANI a sangue freddo della LEGA DEI MONDI DI LUCE. Nel 19.003 a.c.n. l'Impero PHYKKHE'SH vive l'ultimo anno della sua esistenza; sconfitto viene cancellato. Sulla Terra dal 19.002 al 18.987 a.c.n. vi è l'avvento del PERIODO OSCURO. La faccia del pianeta Terra è cambiata, parte delle terre emerse sono sott'acqua, l'intera Europa atlantica è sparita, a suo posto rimangono sette grandi isole, vicine all'Europa centro-orientale (quella di oggi). Ben sorte peggiore ha subito la Luna, Venere e specialmente Marte; il 5° pianeta poi è ridotto in frammenti.
Nel 19.986 nasce l'Età dell'ARGENTO, e con essa nelle sei (su sette) Grandi isole, si preparava il cosiddetto "SECONDO IMPERO DI ATLANTIDE".

Gli HYGENEIS che si son salvati nella più grande delle sette isole (quasi un continente), che loro chiameranno proprio EN 'N, da cui ENNICI gli abitanti, appartengono alla selezione più pura dell'esperimento A.M.P.E. Hanno i capelli corvini e saranno i progenitori dei mediterranei. Nella seconda isola più a nord ed attaccata all'En'n da una penisola, vivono gli HYGENEIS, tecnicamente parlando i meno puri del progetto, anche questa, chiamata ZAN (terra), poi ARYA (fulva), costoro presentavano chiome rossicce (fulve), e certamente furono progenitori di genti arie o ariane(da ARYA'S). Terza per grandezza, l'isola chiamata VAN (da cui Vani o VANHIR), qui gli HYGENEYS, considerati sempre inferiori come selezione agli ennici, presentavano chiome bionde. Qualche millennio dopo essi inviarono coloni con navi a vela a sud verso la 5° isola per grandezza: il THRITHUN, di cui si è già detto,disabitato, dopo lo sterminio dei Thritun. Questi coloni, causa vari fattori, tra cui l'umidità e clima, avevano mutato le capigliature da bionde a biondo scuro, color AGAVE. Nella nordica 4° isola per grandezza, si svilupparono, ancor prima delle altre una razza di HYGENEIS ALBINI, dalle chiome appunto color neve, che furono fautori di una elegante civiltà post-imperiale. E avvenne lì per un certo periodo un connubio fra Hygeneis EA e HYGENEIS JRIL, che diedero origine a un altro popolo albino: quello degli AESY o AESYR. L'isola ebbe progressivamente i nomi di EA, EAHI, AESYR. Rimasero però alcune specie J.T.E.R. incontaminate. Nella 6° isola per grandezza, sita a nord-estremo, chiamata GHVFHYN (poi HYFHERVHVHEA), vi vissero per tutta l'età dell' Argento appunto la specie delle
GHVFHYN. E nella 7°isola, la più piccola anche questa all'estremo nord chiamata TUYA (poi THULE) la specie JL'S per l'intera età dell'Argento. Qualche esemplare di A'NUT si rifugiò in nord-africa (NYTIA), nelle zone conosciute come NUBIA ed EGYPTOS. E qualche MINI' I trovò riparo nell'isola di CRETA. Invece in due arcipelaghi non lontani dall'AESYR, seguitarono a vivere le EULIE e le ALHETHYMNEE. Le tre specie CAPRIDI, si dispersero nelle coste nord-mediterranee, specialmente in Thracia, Hellas, Anatolia, Italia.

 

COLORAZIONI DI PELLE DEGLI UAHNE

La pelle "azzurea", o "azzurro-cerulea", degli Uànhe è in gran parte dovuta sia alle condizioni ambientali di certi pianeti e azione delle loro stelle, sia (nel caso dagli spaziali) ad l'ossigenazione ricevuta nei lunghissimi viaggi sulle astronavi (essendo professionale, esploratori e militari, vi passavano tutta la loro esistenza, e l'astronave diveniva la loro casa. Vediamo quindi le gradazioni di pelle registrate:

GRADAZIONE TRADUZIONE
  JÀL   VIOLA
  NYER'S   VIOLETTO
  UANHE   INDACO
  PLNÈ   COBALTO
  ULÈA   AZZURRO
  SKÈRK   TURCHINA
  NÈTH   TURCHESE
  LÀ' S   CELESTE
  KÈR' ULÈA   CERULEA
  KÀLSH   CELESTE- SPUMA MARINA


Continua in:  "Le stirpi dei Phykkhe'sh Uanhe: i Phykkhe'sh Tau"

Pagina iniziale


Copyright 2008-2009 - Tutti i diritti riservati - con il beneplacito da parte Eleusina Madre